Tagadà: "Craxi? Era un fashion blogger" A Tagadà Cosa sanno i millennials sull'ex segretario del Psi    |    A Liliana Segre il sigillo del Piemonte Proposta del Pd già accolta da M5s e fdi, martedì in Consiglio    |    Cuneo fiscale, taglio delle tasse sui redditi previsto fino ai 40mila euro L'idea illustrata dal governo al tavolo con i sindacati    |    Zingaretti, Casellati scorretta Presidente Senato venuta meno a funzione super partes    |    Gregoretti: Casellati, mio ruolo terzo Ho votato per corretto funzionamento del Senato    |    Shoah, rabbino Roma in Consiglio Marche Prima parte Assemblea aperta 23/1. Intervento card. Menichelli    |    Conte, cambieremo l'Irpef Lavoriamo a riforma per semplificare fisco e cambieremo l'Irpef    |    Zingaretti a Renzi, combattere avversari Il Pd è contro Matteo Salvini e le destre    |    Le Sardine in 30mila domenica a Bologna, invito a Conte 'Confronto su decreti sicurezza e democrazia digitale'    |    Gregoretti:voto su Salvini il 20/01 Casellati vota con le opposizioni in Giunta regolamento    |    Gregoretti:Pd,Casellati non super partes "Schierata col centrodestra su voto Salvini,ha fatto colpo mano"    |    Lucano e migranti contro Salvini In corso in parte montana paese, dove ex ministro non andrà    |    Gregoretti: voto su Salvini il 20 gennaio Sì da Casellati con le opposizioni in Giunta regolamento. Pd: 'Colpo di mano gravissimo'    |    Regionali:Cav,vittoria è avviso sfratto Santelli simbolo riscossa sud    |    Lucano, Salvini a Riace? è paese libero "Leader Lega non potrà mai capire nostro messaggio accoglienza"    |    Maltempo:da cdm altri 208 mln a Regioni Stanziamento governo per regioni colpite    |    Craxi, Intini: storicamente i socialisti avevano ragione Parlamentari di ieri e di oggi in partenza per Hammamet    |    Salvini, Consulta sacca vecchio sistema Decisione ha allontanato la democrazia non il voto    |    Stop 4 corsie Sassari-Alghero al Tar Governatore contro Mibac, opera in linea con piano paesaggistico    |    Autostrade, Renzi avverte: 'Non spaventare gli investitori' Autostrade senza base giuridica chiederà 40 miliardi di risarcimento    |    Gregoretti:Salvini, in aula a testa alta Sicuro di rappresentare maggioranza degli italiani    |   
Stampa

                                                    

                                    

PROCLAMATO LO STATO DI AGITAZIONE DEL COMPARTO OLIVICOLO

MANIFESTAZIONE DI PROTESTA PROMOSSA DA AGRINSIEME CALABRIA A LAMEZIA TERME IL 4 DICEMBRE PROSSIMO

 
La pesante crisi che attanaglia il settore agricolo ed in particolare il comparto olivicolo da diversi anni, sta generando notevole confusione e disorientamento tra gli imprenditori agricoli calabresi.
A ciò si aggiungono i recenti eventi alluvionali che hanno causato in molte aree della nostra regione notevoli danni, con pesanti ripercussioni economiche per gli operatori del settore primario.
Questa pesante situazione di incertezza riguarda anche il nostro settore olivicolo che, come è noto, genera forti interessi nell’economia regionale, con significativi riflessi di carattere economico, sociale ed occupazionale.
La nostra Regione vanta un’antica tradizione olivicola che negli ultimi anni ha registrato una preoccupante stasi; ciò nonostante esistono importanti e notevoli potenzialità che è necessario cogliere e saper governare.
E proprio la difesa dell’olivicoltura calabrese rappresenta l’obiettivo dell’importante manifestazione regionale promossa da Agrinsieme Calabria, che si terrà il prossimo 4 dicembre a Lamezia Terme - Loc. S. Eufemia - P.zza Italia.
Agrinsieme è costantemente impegnata nell’elaborazione delle linee di sviluppo dell’olivicoltura e delle politiche più idonee per migliorare il settore, supportando le iniziative delle nostre istituzioni a livello comunitario, nazionale e regionale.
La posizione espressa da Agrinsieme in tutte le sedi di concertazione è stata chiara ed univoca: operiamo in difesa della produzione e degli imprenditori agricoli.
Nonostante rappresenti il pilastro principale dell’economia agricola calabrese, l’olivicoltura versa in una situazione delicatissima, in quanto le imprese trovano sempre più difficoltà a produrre reddito ed occupazione.
Ciò è dovuto principalmente ai costi di produzione che sono elevatissimi, a partire da quello del lavoro, al costo del denaro, al costo dei carburanti. Sono fattori questi che rendono le nostre produzioni poco competitive.
L’obiettivo che si prefigge Agrinsieme è di perseguire il rilancio della filiera olivicola, attraverso misure di ammodernamento delle imprese agricole, puntando nel contempo al miglioramento della qualità delle nostre produzioni ed allo stesso tempo promuovere lo sviluppo dello stoccaggio collettivo e/o aggregato dell’olio.
Nello stesso tempo vi è l’esigenza di rafforzare il programma di promozione e di valorizzazione dell’olio calabrese, al fine di rilanciare e consolidare la nostra produzione olivicola, recuperando nuovi spazi di mercato.
Significativo è il fatto che le imprese olivicole calabresi mietono costantemente importanti riconoscimenti in tutte le manifestazioni nazionali ed internazionali; ciò a dimostrazione che si sta lavorando sulla qualità con ottimi risultati.
Gli imprenditori olivicoli chiedono, pertanto, maggiore e qualificata attenzione da parte delle istituzioni pubbliche, nazionali e regionali, con l’avvio di politiche economiche efficaci, che puntino sullo sviluppo degli assetti strategici dell’olivicoltura calabrese, in modo da incidere profondamente sui fattori della competitività delle imprese e per poter operare in un clima economico favorevole.

 

Share

Meteo Calabria

Dove siamo

0337950
Today
Yesterday
This Week
This Month
All_Days
20
143
847
2732
337950